Potenza è la città con le scale mobili più lunghe d’Europa

Share Button

download (58)

 

In viale Marconi si trova un’altra interessantissima opera architettonica. Si tratta della scala mobile che mette a sua volta in comunicazione la parte bassa e più moderna della città con piazza Vittorio Emanuele II, nella parte più alta dell’abitato, praticamente alle porte  del centro storico. Una struttura che si snoda in parte sotto terra e in parte in superficie, che ancora una volta mette a confronto, collegandolo, il nuovo all’antico, il presente al passato, com’è d’altronde nel Dna di questa città.

download (59)

 

Non è l’unico tratto di scale mobili cittadine. Altri percorsi, realizzati utilizzando avveniristiche soluzioni architettoniche e decorative, collegano i vari livelli di questa città verticale partendo da          via Armellini e sbucando in via Due Torri, dove peraltro è possibile ammirare le due torri aragonesi, un tempo parte integrante delle antiche mura cittadine. Oppure il tratto delle scale mobili di Santa Lucia, inaugurato recentemente, che collega i più periferici rioni Poggio Tre Galli e Cocuzzo al centralissimo quartiere di Portasalza, la cui lunghezza sommata a quelle degli altri tratti cittadini fanno di Potenza la città con le scale mobili più lunghe d’Europa, seconda nel mondo soltanto a Tokyo. Un continuo intersecarsi di piani e dislivelli insomma che sono valsi al capoluogo l’appellativo di Città delle scale.

       Vetrine d'arte Gli interni delle moderne architetture sotterranee vengono spesso utilizzate anche per mostre di fotografia e d'arte.

Vetrine d’arte
Gli interni delle moderne architetture sotterranee vengono spesso utilizzate anche per mostre di fotografia e d’arte.

Posted in Potenza e dintorni
Translate »