Parco Nazionale del Pollino (PZ)

Share Button

pollino2Si tratta di una vasta area di Appennino di circa 200.000 ettari divisa tra Basilicata e Calabria, dominata dal Monte Pollino (2248 M) che nel 1990 e’stata dichiarata Parco Nazionale. La parte Lucana comprende il largo Bacino del sinni e dei suoi affluenti ed e’caratterizzata da estese foreste, pascoli ed aree adibite a colture. Tra la flora del Parco, una specie davvero molto diffusa e’ il Pino Loricato (Pinus Leucodermis) un albero millenario di origine balcanica, dalla corteccia a scaglie che somiglia alla corazza (“Lorica” in latino) degli antichi guerrieri romani. Un ecosistema complesso che conserva ancora i segni dell’antichissima presenza umana : necropoli pre-romane, resti romani ed ellenici, reperti di laure basiliane e monasteri benedettini, castelli e santuari.

Full-immersion nella natura nel Parco più esteso d’Italia, un ecosistema dalle più variegate specie di flora e di fauna, tra montagne che si aggirano attorno ai 2000 Mt di altezza, e, luogo ideale per praticare le più diverse forme di turismo sportivo : percorsi trekking, a cavallo, parapendio, canyoning, rafting, sci, ciaspolate.

Fra i vari comuni del Parco naturalistico, di grande interesse sono : Rotonda (PZ), sede dell’Ente Parco, base ideale di partenza per tutte le escursioni nella natura. Piano Ruggio, camminate tra praterie fiorite e boschi di faggio per arrivare sul “terrazzo del Belvedere e del Malvento” per ammirare i famosi Pini Loricati, ormai simboli dello stesso Parco, abbarbicati sui costoni rocciosi. Il bel Centro Storico con la Rupe e il Museo di Paleontologia, dove è possibile osservare i reperti fossili di un intero Elephas Antiquus e di un Ippopotamus Antiquus;

Viggianello (PZ), uno dei Borghi più belli d’Italia, con il centro storico dominato dalla mole del Castello dei Principi Sanseverino di Bisignano e la Sorgente del fiume Mercure, molto interessante, oltretutto, per l’avvistamento degli animali, soprattutto dei cervi;

Itinerario di salita fino al Colle Impiso (1573 M) – Piani di VacquarroSorgente SpezzavummulaColle Gaudolino (1678M) – Monte Pollino dalla cresta S/O (2248 M);

San Severino Lucano (Pz) : il Bosco Magnano, nelle cui vicinanze c’è anche la possibilità per chi lo desidera, di entrare nel Parco Attrazioni Avventura.

I ruderi dell’Abbazia del Sagittario e il settecentesco Santuario della Madonna del Pollino posto a 1500 Mt, dominante l’alta Valle dei fiumi Frido e Mercure;

San Costantino Albanese(PZ), centro eccellente della cultura arbereshe, in cui l’etnia albanese sopravvive ancora oggi nel

bilinguismo italiano/albanese degli abitanti, nel rito ortodosso presente nell’interessante Chiesa Matrice dedicata a

San Costantino il Grande, nelle usanze tradizionali, feste e abiti tipici della gente del posto, nel Museo Etnografico locale. Inoltre, la Casa Parco, il Santuario di S. Maria della Stella con elementi d’arte bizantina, il Parco Avventura e, per chi ama provare le emozioni forti, si può sperimentare l’ebbrezza del volo con  lo skyflier da poco inaugurato detto “Il Volo dell’Aquila”.

Posted in mete
Translate »